Dal 17 maggio al 16 giugno 2019 si è tenuta la rassegna gastronomica primaverile organizzata dalla Fondazione Verzasca, alla quale hanno partecipato 13 fra ristoranti, grotti e osterie, da Sonogno a Lavertezzo Piano. I menù proposti hanno incuriosito e soddisfatto oltre 600 persone, attratte da proposte culinarie attente ai prodotti nostrani, cucinati secondo le ricette della tradizione senza tuttavia rinunciare a intuizioni innovative.

Quest’anno le novità principali hanno rafforzato il riconoscimento alle molte aziende locali che s’impegnano sul territorio, grazie ad una nuova veste grafica e all’introduzione di simboli accanto ai menù per una maggiore visibilità delle proposte stagionali e attente ai prodotti locali e ticinesi.

Da rilevare che l’Osteria San Martino a Tenero (formaggino di capra con cicorietta – frittura di capretto di Sonogno con patate novelle al rosmarino – gelato alla farina bóna con nocino) e, per il secondo anno consecutivo, l’Osteria Paradiso a Vogorno (insalata Paradiso – coniglio con polenta – panna cotta con frutti di bosco) hanno raccolto le migliori medie di giudizio, grazie agli appositi formulari nei quali gli avventori potevano esprimersi sul ristorante e sul menu della rassegna. L’Osteria Bellavista a Gordemo è stato invece l’esercizio pubblico che ha attirato il maggior numero di clienti interessati alla rassegna (affettato nostrano – risotto allo zafferano della Motta con luganighetta al formaggio – sorbetto all’uva con grappa di Vogorno).

I tre fortunati vincitori dell’estrazione a sorte sono Moreno Giottonini di Frasco, Mattia Bisi di Gordola e Giovanna Simona-Fenacci di Minusio, che riceveranno in regalo un ricco cesto di prodotti locali.

La Fondazione Verzasca ringrazia gli esercenti partecipanti per la proficua collaborazione, l’Organizzazione Turistica Lago Maggiore e Valli (Area Tenero e Verzasca) quale sponsor principale e tutti i sostenitori, fra cui Banca Raiffeisen. Molto apprezzato è pure il patrocinio della Gastro Lago Maggiore e Valli e dell’Associazione agricoltori Valle Verzasca, la cui collaborazione – anche grazie alla rassegna – non può che giovare alla produzione e al consumo di prodotti a “km 0”.

Ricordiamo, in conclusione, che la Primavera gastronomica Verzasca e Piano è un progetto che rientra nel Masterplan Verzasca 2030, grazie all’impulso che offre in termini di vitalità del territorio, di indotto e di attrattiva turistica.